ASSEMBLEA ANCI: GPL E GNL SOLUZIONI PER COMUNI NON METANIZZATI

ASSEMBLEA ANCI: GPL E GNL SOLUZIONI PER COMUNI NON METANIZZATI
08/06/2017

Sono ancora tanti, circa 1.300, i Comuni italiani non allacciati alla rete del metano. Per questo, occorre fornire a questi cittadini, che sono circa 4 milioni, fonti di energia pulita.


È quanto è emerso in occasione del seminario “Distribuzione del gas: prospettive e sviluppo per i Comuni non metanizzati”, tenutosi all’Assemblea Annuale dell’ANCI svoltasi a Bari A FINE 2016, che ha visto la partecipazione di Francesco Franchi, Presidente di
Assogasliquidi,  Luigi Perrone, Presidente ANCI Puglia, Filippo Bernocchi, Delegato ANCI Energia e Rifiuti, ANCI, Francesco Chiucchiurlotto, Coordinatore ANCI Borghi e Paesi del Lazio. Massimo Castelli, Sindaco di Cerignale e Coordinatore Nazionale ANCI Piccoli Comuni, Andrea Arzà, Amministratore Delegato Liquigas.

Francesco Franchi, ha dichiarato: “Abbiamo sottoscritto un Protocollo coi Comuni Italiani, dove ci siamo impegnati a realizzare iniziative comuni per incoraggiare l’utilizzo di GNL e GPL quali fonti ecologiche ad alto potere calorifico in grado di soddisfare la domanda di energia per il soddisfacimento dei bisogni primari dei cittadini e delle industrie, nonché per la mobilità sostenibile nelle aree più disagiate del territorio e quindi non servite dalla rete dei metanodotti.In quest’ottica, l’accordo prevede la collaborazione per interventi nella realizzazione e gestione di impianti di canalizzazione GPL/GNL, che – grazie alla loro versatilità e facilità ad essere trasportati – sono in grado di raggiungere anche i piccoli Comuni e le frazioni degli stessi. Incentivare l’impiego di fonti come GPL e metano – ha concluso Franchi – vuol dire, infatti, rispettare maggiormente l’ambiente: infatti, i gas prodotti dalla combustione di metano e GPL hanno un basso contenuto di sostanze inquinanti e di gas serra, e del tutto assenti sono benzene e idrocarburi policiclici aromatici”.

Fonte: Assogas Liquidi